Tutti gli articoli
Tutti gli articoli Guide al rifornimento di carburante Lo sport Consigli per l'allenamento Atleti Diversità Serie di approfondimenti per gli atleti Notizie Senza categoria Ricette Podcast Senza categoria Prodotti e ricette Video Guide ai prodotti

ALIMENTAZIONE DEL TOUR DE FRANCE CON DYLAN VAN BAARLE

La stagione delle classiche di primavera 2022 ha visto Dylan van Baarle salire finalmente sul podio di una Monumento, conquistando il titolo alla Parigi-Roubaix. Dopo aver partecipato a otto edizioni precedenti della corsa, la vittoria è stata probabilmente la più importante dei nove anni di carriera del ciclista di INEOS Grenadiers '.

È stata anche la preparazione ideale per il Tour de France di quest'anno, che torna sul pavé dopo tre anni di assenza. I 19,4 km di pavé che attendono i corridori sono estenuanti e gli organizzatori sperano di far scattare i distacchi tra i concorrenti.

Abbiamo parlato con Dylan di recente per capire come si alimenta durante le classiche del pavé e per scoprire come intende affrontare il più famoso dei Grandi Giri.

 

COME VAN BAARLE SI È RIFORNITO DURANTE LE CLASSICHE DEL PAVÉ

Mangiare in bicicletta non è solo fisicamente difficile, ma consumare la stessa fonte di carboidrati per ore e ore diventa monotono. Ma quando un'assunzione regolare ed elevata di carboidrati è fondamentale per mantenere la potenza e le prestazioni, il rifornimento di carburante può essere impegnativo come qualsiasi altra parte della gara. Per i corridori, quindi, la varietà degli integratori energetici diventa fondamentale.

"L'alimentazione nelle classiche del pavé è fondamentale. Abbiamo molte varianti, dai gel alle barrette da masticare, fino alle bevande energetiche con molti carboidrati. Le chiamiamo bevande 80 o 80, perché una bottiglia contiene 80 grammi di carboidrati. I classici sono così nervosi e frenetici, quindi è bene sapere di avere molto carburante in una sola bottiglia. E con i nuovi gel Beta Fuel , hai 40 grammi di carboidrati in un solo gel e sai di essere rifornito per un po' di tempo se li prendi. Questo fa una grande differenza quando insegui una fuga e non hai molto tempo per mangiare".

 

ALIMENTAZIONE PER LA RIABILITAZIONE

Se non fosse stato per la sua determinazione a lottare per rientrare da un infortunio - l'olandese si è fratturato il bacino dopo una caduta alla Vuelta la scorsa stagione - la sua vittoria nella più grande Classica di tutte potrebbe non essere avvenuta. Come in ogni processo di riabilitazione, l'alimentazione gioca un ruolo fondamentale. Accanto a un formidabile programma di riabilitazione messo a punto dal team medico di Grenadiers, van Baarle ha ottimizzato la sua dieta.

"Quando si ha un infortunio e si pedala meno, bisogna limitare l'assunzione di carboidrati e assicurarsi che il peso sia in equilibrio. Ma è difficilissimo farlo, perché si è in una brutta situazione, perché si è delusi per l'infortunio. Quindi, è un gioco mentale tenere gli occhi sull'obiettivo. Ho anche preso delle compresse di calcio extra da SiS che mi hanno aiutato a recuperare dalla frattura".

 

UN CHILO DI RISO AL GIORNO!

Il rifornimento di carburante per i Grandi Giri è spesso un'attività punitiva quanto le tappe stesse. Dall'alba al tramonto e sempre con un giorno di anticipo, i corridori devono consumare una quantità impressionante di cibo e integrare la loro alimentazione sia in bici che fuori. Come si può immaginare, la variazione aggiunge un'ulteriore sfida a un compito già difficile.

Dylan van Baarle è passato da un estremo all'altro: dalla limitazione dell'assunzione di carboidrati durante la riabilitazione al consumo di un chilo di riso al giorno!

"Direi che durante un Grand Tour mangio quasi un chilo di riso al giorno, quindi è un bel po'! A volte lo mischio e mangio un budino di riso. Oppure mescolo [il riso normale] con lo yogurt Alpro per ottenere un po' di sapore. Allora sembra quasi un budino di riso!".

COME VAN BAARLE SI RIFORNIRÀ DI CARBURANTE PER IL TOUR DE FRANCE

COLAZIONE

"È difficile dirlo con precisione, ma per colazione mangio molto riso. Forse 300-350 grammi di riso, oltre a qualche toast o pane e una frittata".

SULL'AUTOBUS

"Prima della gara cerco sempre di mangiare una barretta o qualcosa del genere per essere sicuro di fare il pieno di carburante prima della partenza".

DURANTE LA GARA

"Naturalmente dipende dalla tappa. Se si tratta di una tappa di montagna dura, è necessario fare un ottimo rifornimento di carburante. Se si tratta di una giornata più pianeggiante, si può ridurre un po' il rifornimento di carburante. Ma verso il finale mangio più gel e barrette da masticare perché è più facile da assumere".

RECUPERO

"Per il recupero è praticamente la stessa cosa: molto riso e, naturalmente, un frullato di proteine".

 

Sei interessato alla SiS Beta Fuel 80 che Dylan ha usato nelle Classiche sul pavé? Puoi ordinare le tue qui.

Il SiS Beta Fuel comprende Dual Source Energy Drink, Dual Source Energy Gel, Dual Source Energy Gel + Nootropics e Dual Source Energy Chew. Scopri di più su SiS Beta Fuel ed esplora l'intera gamma qui.

Scritto da

Nick Burt

Nella vita precedente Nick ha giocato professionalmente a football americano prima di diventare insegnante di scuola secondaria. Oggi lavora come copywriter freelance dove, tra le altre cose, può scrivere del suo primo amore: lo sport. Nel tempo libero solleva pesi, gioca e allena il baseball (che definisce il suo sport di pensionamento) e viaggia con la moglie in quanti più Paesi possibile.