All Articles
All Articles Consigli Uncategorized Innovazione Atleti e Team Novita' Video

Una nuova veste per Team Sky

Per ogni appassionato di ciclismo, o sport in generale, il Team Sky ha indubbiamente segnato un’era, una generazione. Se infatti prima il ciclismo era una miscela di miti, tradizioni ed usanze, Sir David Brailsford con Sky, ha decisamente rinnovato la visione del ciclismo, da un punto di vista scientifico.

 

TEAM SKY DALLE ORIGINI

Team Sky nasce in inghilterra nel 2010, da una cultura dedita ai velodromi, con lo scopo di portare un ciclista inglese sul gradino più alto del podio della corsa ciclistica più seguita al mondo, il Tour de France. Nel 2012, in soli due anni, trasformarono un fortissimo pistard come Bradley Wiggins nel miglior scalatore di quell’anno, facendogli vincere questa prestigiosa corsa a tappe grazie ad una squadra costruita ad hoc per le sue esigenze di “passista leggero”.

Quando l’obiettivo sembrava essere raggiunto, e gli animi placati, ecco che Team Sky decide di non arrendersi, infatti in casa ha un altro gioiellino…

 

CHRIS FROOME

Gia in quell’anno, alla Tour de France 2012, nasceva un’altra stella del ciclismo inglese, un giovane ragazzo bianco con origini Keniane, destinata a diventare grande: Chris Froome.

Quasi obbligato a rimanere con il suo capitano Wiggins, più volte aveva dimostrato un’imbarazzante superiorità, ma con tutta la sua umiltà non aveva mai rubato la scena al compagno, certo di aver davanti a se numerosi anni di successi.

Nei primi anni il suo modo di pedalare non ha mai entusiasmato, ma sicuramente era efficace come piaceva dire agli addetti ai lavori. Sia lui che Team Sky avevano ancora una volta dimostrato come la scienza, la regolarità, la precisione, possano garantire il raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Non a caso tutt’ora sta dominando la scena delle Grandi corse a tappe, con all’attivo: 4 Tour de France, 1 Vuelta e 1 Giro d’Italia.

GIRO 2018

Se inizialmente il suo modo goffo e programmato di pedalare poteva essere poco apprezzato, o addirittura criticato, nonostante in ogni intervista sia sempre apparso umile, umano, nel 2018 al Giro d’Italia è riuscito finalmente ad entrare nel cuore di ogni sportivo, italiano per lo più.

Nella 19esima tappa, che rientrerà in uno dei momenti più alti del ciclismo mondiale, Froome che fino ad allora si era dimostrato una “macchina programmata per vincere”, si trova a oltre 3 minuti dalla maglia rosa, con solo 2 tappe alla conclusione ed una squadra leggermente al di sotto delle aspettative, rompe gli indugi ed attacca a 80km dall’arrivo.

Tenta, e riesce, in un’impresa epica, al limite dell’incredibile, attaccando a metà del Colle delle Finestre lanciandosi tutto solo verso il traguardo di Bardonecchia. Lo stesso Eddy Merckx si racconta stupito durante quella giornata.

Se Team Sky aveva sempre dimostrato compattezza, capacità di gestione, quel giorno ruppe gli indugi con un attacco solitario, ribaltando la classifica generale ed emozionando ogni sportivo.

IL FUTURO

Se Team Sky poteva sembrare la certezza, il futuro, ecco una nuova sorpresa a fine 2018… Sky uscirà dal ciclismo!

A distanza di qualche mese da quella dirompente notizia, ecco trovato il nuovo sponsor che dal 1 Maggio entrarà come unico proprietario del team diretto da Sir Brailsford.

Oltre ad un fattore estetico, il team non cambierà la sua struttura e i suoi obiettivi, restano nel mirino le tre grandi corse a tappe!

INEOS

Con Wiggins abbiamo scoperto un nuovo ciclismo, quello per gli atleti longilinei, forti e leggeri. Con Froome ne abbiamo avuto la conferma. Ma ora? Pare essere l’era dei colombiani, infatti nel prossimo Team Ineos, Egan Bernal prenderà sempre più spazio stando vicino a Chris Froome per cercare di imparare “l’arte della vittoria”.

SCIENCE IN SPORT

Noi di Science in Sport abbiamo sempre apprezzato e condiviso la visione scientifica e innovativa, mirata al cambiamento e alla ricerca, proposta da Team Sky. Con Ineos, crediamo fortemente di proseguire lungo questo percorso vincente, proponendo ai nostri atleti e clienti, i migliori prodotti per l’integrazione disponibili.

Scopri tutte le nostre migliori offerte: Clicca qui.

Science in Sport
Written By

Science in Sport