All Articles
All Articles Consigli Uncategorized Innovazione Atleti e Team Sport Novita' Video

Speciale endurance: scopri come allenare il cervello a tavola

Portare a termine un Ironman, una maratona, o qualsiasi attività intensa e di lunga durata, richiede determinazione, capacità di concentrazione e di gestione della fatica, motivazione e una grande lucidità; queste doti non partono dai muscoli, ma bensì dal cervello, che può essere allenato a tavola con i cibi e l’integrazione giusta.

La scienza, infatti, dimostra che esistono cibi e nutrienti che aiutano la performance cerebrale, mentre alcuni cibi, o comportamenti alimentari possono avere un effetto contrario, rendendoci confusi e poco lucidi.

Ecco quello che devi sapere:

Evita i picchi glicemici

Un picco glicemico elevato, che si verifica in seguito all’ingestione di un’alta quantità di zuccheri, aumenta il rischio di andare incontro più o meno velocemente ad un calo glicemico, che viene percepito dal cervello come un calo di energia, e si traduce in difficoltà di concentrazione, confusione, e scarsa lucidità.

Per evitare ciò è importante cercare di bilanciare sempre tutti i pasti (compresa la colazione) inserendo tutti i macronutrienti (carboidrati, proteine e grassi) e la fibra, contenuta in farine integrali, legumi e ortaggi; in questo modo è possibile rallentare l’assorbimento degli zuccheri e mantenere una buona stabilità energetica a livello cerebrale.

La stessa cosa vale per gli spuntini, che non dovrebbero mai (se non in prossimità di un allenamento) essere troppo zuccherini, ma fornire un apporto bilanciato di nutrienti, per rallentarne l’assorbimento a livello intestinale ed evitare i picchi. Le nostre barrette proteiche rispondono a questo requisito e possono essere utilizzate non solo come pronto recupero post allenamento, ma anche come snack bilanciato e gustoso.

I grassi che fanno bene al cervello

Sappiamo fin da bambini che il pesce fa bene alla funzionalità cerebrale ed il motivo è il suo contenuto in acidi grassi della serie Omega 3 presenti nelle membrane cellulari delle cellule nervose.

Questo tipo di grassi favoriscono la trasmissione e la comunicazione cellulare, favorendo le capacità cognitive, ma anche una riduzione degli stati di ansia e stress, mentre una carenza può determinare una diminuzione delle performance cerebrali.

Questi acidi grassi sono essenziali e provengono esclusivamente dalla dieta, per questo motivo è importante assumerli con regolarità attraverso il consumo regolare di pesce d’acqua fredda e/o mediante integratori specifici a base di Omega 3 di derivazione marina.

Idratazione

L’acqua è un elemento essenziale per il nostro cervello. La disidratazione incide fortemente, non solo sulla prestazione sportiva intesa come muscolare, ma anche sull’attività dei neuroni e può avere effetti che vanno dalla mancanza di concentrazione a sintomi più forti come sensazione di mente annebbiata, affaticamento o vertigini.

Per questo motivo è essenziale idratarsi con regolarità, bevendo acqua durante l’arco della giornata e consumando alimenti che ne sono ricchi, come la frutta e gli ortaggi freschi.

Ricorda che l’idratazione è fondamentale durante gli allenamenti, in cui è importante integrare anche i sali minerali che si perdono attraverso la sudorazione. Per prevenire la disidratazione e mantenere una buona concentrazione durante i tuoi allenamenti lunghi, assicurati di bere minimo 500mL di liquidi contenenti una polvere a base di zuccheri e sali come il nostro GO Electrolyte, nel gusto che ti piace di più.

Approfitta delle ultime offerte speciali!

Written By

The Performance Solutions Team